E, per la befana, le cartellate

In realtà sono dolci buoni per tutto il periodo natalizio, ma mia nonna paterna me le presentava in tutta la loro maestosa bontà il giorno della befana, insieme con la calza, quale consolazione per il carbone ricevuto. Le cartellate nel Salento si dicono carteddhate. Sono dolci della tradizione che si trovano un po’ ovunque nel Sud. Per esempio nel Molise si chiamano caragnole, con l’olio extra vergine di oliva doppiamente protagonista Continua a leggere

Pubblicato in Dolcezze all'olio | 1 commento

Extra vergini italiani in Russia e Cina

Un solo obiettivo: intercettare il gusto dei consumatori. A impegnarsi sui nuovi mercati – completamente vergini, è il caso di dire – ci pensa il Consorzio di garanzia dell’olio extra vergine di qualità. I Paesi orientali, si sa, fanno gola a tanti, ma non è facile. L’aspetto più complicato consiste nel far percepire e rendere attrattive le nuove sensazioni di gusto. Finora, a far da apripista, è stata la leva delle forti valenze salutistiche degli oli ricavati dall’oliva. Non basta Continua a leggere

Pubblicato in Aneliti | 1 commento

Frisella con pomodoro, olio e sale. Elogio della semplicità

Quale migliore occasione per apprezzare un sano e sapido olio extra vergine di oliva! Con la friseddha, detta più semplicemente frisa, c’è da restare sazi e soddisfatti. Ne basta una, o al massimo due. Non di più, non serve. Consumata in tutta semplicità, rappresenta la più immediata e calzante espressione della tradizione salentina. Un vero punto di riferimento, anche per le nuove generazioni, che mai la rinnegano Continua a leggere

Pubblicato in Emozioni, Saggi Assaggi | 1 commento

Gli oli da seme? Non sono tutti uguali

Alcuni di essi si trovano su qualsiasi scaffale di vendita, a prezzi bassi, abbordabilissimi. Altri, invece, sono così difficili da trovare da essere considerati non soltanto peculiari e unici, ma perfino rari, sicuramente più costosi di molti altri in commercio, com’è giusto che sia. Volete saperne di più? Non perdete il numero di gennaio del mensile “La Cucina Italiana” in edicola, dove presento gli oli di noce, di pistacchio di Bronte e di zucca. Mentre, per voi fedelissimi che seguite Olio Officina, in esclusiva il profilo sensoriale dell’olio di pinolo di San Rossore Continua a leggere

Pubblicato in Saggi Assaggi | 4 commenti

“Primadonna”, l’olio della vergogna

Qualcuno di voi dirà: perché un appellativo così poco conciliante? Cosa è accaduto mai a Luigi Caricato, al punto da mandarlo su tutte le furie all’inizio del nuovo anno? Il primo gennaio si celebra oltretutto la giornata della pace. Ovunque nel mondo, a parte i continui ammazzamenti di cristiani che passano sotto silenzio quando non sono eclatanti come in Egitto. E’ accaduto questo. Come al solito. Le consuete offerte della Gdo. A prezzi stracciati Continua a leggere

Pubblicato in Buoni o cattivi? | 87 commenti

Un 2011 nel nome dell’olio extra vergine di oliva

Buon anno a tutti. Dopo l’esordio su Internet lo scorso 8 novembre, in forma di blog, il progetto Olio Officina entrerà nel vivo della sua programmazione proprio quest’anno, ma in preparazione di qualcosa di molto più importante, che prenderà corpo nel 2012. Nel frattempo, per festeggiare il nuovo anno, vi presento il “Pand’Olio” del Calandrino Continua a leggere

Pubblicato in Aneliti, Dolcezze all'olio | 2 commenti