Oggi, grazie a Fabiana Romanutti, nasce ufficialmente l’oleosofia

Questa mattina mi sveglio, faccio colazione con l’immancabile caffè e trovo subito una bella sorpresa su facebook: nasce ufficialmente l’oleosofia. Dapprima l’omaggio a Olio Officina Food Festival, con la cartolina invito che ne rilancia l’evento. Ci ha pensato lo chef Giuseppe Capano, che per il festival segue la sezione “Gusto&Salute” e che afferma: è “un evento giunto alla seconda edizione, impregnato di molti concetti e pensieri che mi stanno a cuore”. Quindi, a ruota, interviene Fabiana Romanutti, direttrice del mensile q. b. Quanto basta Fvg, che rilancia introducendo un bel neologismo: sì, è “un evento imperdibile e soprattutto all’insegna dell’autentica filosofia – oleosofia – di Luigi Caricato: con verità e passione!”. A seguire Jeanne Perego, curatrice del blog InsalaMente, che a sua volta sposa la proposta di Fabiana: “mi piace l’idea della oleosofia, applicata a Luigi Caricato, gli calza a pennello!” Bene, ora abbiamo più di una ragione per festeggiare questa domenica con cui salutiamo settembre, dando il benvenuto a una stagione nuova che porti lungo la strada della rinascenza dell’olio. Tenetevi liberi dal 24 al 26 gennaio. Tutti dunque a Milano – anche voi che mi seguite sul blog Olio Officina – perché gennaio sta per arrivare con il suo festival oliandolo in cui coroneremo il sogno di una oleosofia che unisca tutti nel nome dell’olio.

La foto del post odierno è ricavata in una delle sale del ristorante Antico Uliveto di Seravezza, sale in cui – ma anche all’esterno del locale, tra gli olivi – sono in esposizione opere di vari artisti operanti nel vicino centro di Pietrasanta, in provincia di Lucca entrambe le località citate. Intanto, nella foto alle mie spalle, una scultura dedicata all’olivo.

Questa voce è stata pubblicata in Aneliti. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Oggi, grazie a Fabiana Romanutti, nasce ufficialmente l’oleosofia

  1. Giulia scrive:

    Il primo oleologo e ora anche il primo oleosofo. Complimenti per la passione e grazie per la dedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *