Il Paradiso è un grandissimo uliveto

Leggete Due cuori e una vigna, di Guido Ceronetti. All’interno del volume edito da Il Notes Magico, questi versi affabulatori e salvifici: “Il Paradiso è un grandissimo uliveto. / E i più bei Santi suonano i frantoi”. Nella foto me stesso nell’atto di immortalare l’olio divino della rinascita interiore.

Ed ecco l’immagine integrale, tratta da una vetrina fotografata a Bologna. Qui il Divino viene meno, si scende più nel commerciale. L’immagine resta comunque un felice pretesto per dare corpo a una visione spitrituale.

 

Questa voce è stata pubblicata in Ave sanctum oleum, Per immagini. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il Paradiso è un grandissimo uliveto

  1. Mi piace l’idea Luigi! Anche le interpretazioni che ne sono state fatte, cioè di un Paradiso a misura umana. Dove ci si possa incontrare, dove si possa trovare l’espressione della pianta vedendola e toccandola, assaporando prima i profumi del suo succo, poi i sapori, poi le tracce rilasciate anche a distanza.
    Paradiso perché il bello é buono ed il buono é bello. E poi,
    Paradiso perché è amico, non è mai ostile.
    Esalta una carezza.
    Un bacio,
    Uz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *