Il premio Olio Capitale protagonista in un calendario

Che il concorso Olio Capitale fosse prestigioso già lo sapevamo. La formula ideata è assolutamente vincente: preselezione presso un panel universitario e, a seguire, il lavoro di una tripla giuria: assaggiatori, ristoratori e consumatori. Lo scorso anno abbiamo assegnato i premi come ogni anno in luoghi differenti. L’ultima premiazione è stata effettuata in settembre a Buccheri, in provincia di Siracusa. La sorpresa è arrivata nei giorni scorsi, quando ho ricevuto il calendario 2012.

Un momento di quella serata è apparso a corredo del mese di novembre 2012.

Lo confesso: è stata proprio una bella sorpresa. Ringrazio intanto la produttrice Silvana Cutrale per avermelo spedito. Anche quest’anno tra l’altro il suo olio si è messo in buona luce, posizionandosi tra i finalisti di Olio Capitale. La qualità sempre eccelsa, per nulla inferiore, per qualità, all’olio dell’olivagione 2010.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, Olio Capitale. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il premio Olio Capitale protagonista in un calendario

  1. silvana scrive:

    Il nostro Comune da qualche tempo ha intrapreso questa bella iniziativa di un calendario che racconti Buccheri. Quest’anno sono stati scelti, uno per ogni mese, i 12 eventi più importanti del Comune, dell’anno trascorso.
    Olio Capitale per il piccolo centro montano è stato, nel 2011, uno tra gli eventi importanti, riuscitissimo ed è stato per noi, motivo di orgolio riuscire a portare una grande manifestazione dedicata all’olio da Trieste a Buccheri. Non è stato facile, ma con grande gioia ci siamo riusciti !!

  2. Una bella inziiativa. Ogni comune un calendario, per lasciare una testimonianza che rimanga ai posteri.

    • Sì, una bella iniziativa. Non esistono più i soliti calendari senzxa identità, ora è tempo di valorizzare anche i territori in maniera intelligente e creativa, proprio attraverso i calendari. Presto scriverò di un altro calendario realizzato in provincia di Trieste, tutto incentrato sugli olivicoltori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *