Non si può prescindere dalla terra

Si fa un gran parlare di gastronomia, ma si è perso il legame più autentico con la terra, la fatica e la bellezza del produrre. Essere artefici di una materia prima alimentare significa esserne intimamente gli autori, ma, paradossalmente, tali autori sono esclusi e sviliti dal mercato, il quale succhia di fatto l’anima a ciascun agricoltore, sottraendogli perfino ogni lecito e meritato guadagno. Che senso ha allora celebrare la gastronomia con le sue eccellenze, quando si contribuisce – anche attraverso le proprie egoistiche scelte orientate al risparmio fine a se stesso – a sottrarre indebitamente un diritto d’autore che spetta solo ed esclusivamente a chi tale materia prima ha coltivato, prodotto, trasformato e reso fruibile? Esiste – io mi chiedo – una giustizia anche in quei Paesi che si fanno vanto di essere democratici?

Questa voce è stata pubblicata in Aneliti. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non si può prescindere dalla terra

  1. Daniela Vannelli scrive:

    Come la storia ci insegna , le rivoluzioni partono dal basso e mai dall’alto. In questo momento ci sono tanti piccoli gruppi che portano avanti un’azione culturale , faticosa e ostacolata, fondata sulla valorizzazione consapevole dei saperi e dei sapori, sulla sensorialità del cibo e sul rapporto produttivo con la Terra : non spendere e consumare il meno possibile ma CONSUMARE IN MODO INTELLIGENTE E BENE. Una politica che al rispetto per l’ambiente affianca quello per l’uomo che ci vive e ci lavora.
    Eventi come Olio Food Festival sono una vera manna…: un sincero ringraziamento a nome di tutti quelli che stanno lottando per il riscatto delle nostre eccellenze e per il riconoscimento del lavoro che ci sta dietro.

    • Sì, le rivoluzioni partono dal basso. Io sono una presenza attiva e forse instancabile, ma ho necessità di condivisioni ampie. Non si possono fare rivoluzioni in solitaria.
      Grazie per il bel commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *