Dop e Igp. Un libro per capire le attestazioni di origine

Ci sono libri che si devono necessariamente avere perché utili e chiarificatori. Uno di questi è stato scritto da Laura La Torre e Marco Cerreto. Quest’ultimo è un esperto di diritto agrario e di diritto della Comunità auropea, la prima invece rappresenta un solido punto di riferimento per l’Italia, e attualmente ricopre l’incarico di direttore generale della vigilanza per la qualità e la tutela del consumatore presso il Ministero delle Politiche agricole.

E’ un vero peccato che non ricopra più l’incarico che l’ha vista protagonista per anni nella creazione delle denominazioni di origine. D’altra parte, quando entra in scena la politica, si sa, vengono puntualmente sacrificate le grandi professionalità, senza mai curarsi degli effetti che ne conseguono. Ma questa è un’altra storia, certamente amara.

Va detto senza equivoci, con tutta l’indignazione che possiamo ancora provare e che ci fa sentire persone per bene: la politica spegne, sottrae anima, gioca con le persone. E’ il limite più insanabile di un Italia che avanza indietreggiando, facendo procedere a marcia lenta un Paese che dovrebbe al contrario correre e anticipare i tempi.

Il libro di La Torre e Cerreto si intitola La tutela delle Dop e delle Igp ed è stato pubblicato dalle edizioni Graus. Non è di facile lettura, è evidente, perché si entra nel dettaglio di aspetti giuridici, ma non è comunque ostico: si procede pagina dopo pagina senza problemi.

Chi è alla ricerca di informazioni corrette, le trova senza fatica.

Molto eloquente la nota riportata in quarta di copertina, dove nel testo di presentazione si avverte dei rischi per i tanti improvvisati esperti del settore che anziché fornire certezze, offrono informazioni non sempre coerenti tra loro.

Senza tanti giri di parole, gli autori denunciano “il proliferare di marchi pubblici di qualità, fenomeno che finisce con l’ingenerare confusione nel consumatore”. E così, dopo un serrato confronto tra marchi e denominazioni di origine, viene passata punto per punto in rassegna la normativa che disciplina i Consorzi di tutela, come pure le stesse strutture di controllo. Si procede inoltre con l’analisi del Decreto legislativo del 19 novembre 2004, il numero 297, recante le “Disposizioni sanzionatorie in applicazione del regolamento Ce 2081/92, relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agricoli e alimentari”, per concludere infine con una preziosa e quanto mai lucida analisi delle più importanti sentenze della Corte di Giustizia in materia di indicazioni geografiche.

Un libro di non facile lettura, ma breve, essenziale, di appena cento pagine: quelle necessarie per capire e sciogliere ogni dubbio in materia di denominazioni di origine.

Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dop e Igp. Un libro per capire le attestazioni di origine

  1. Laura Turri Vicepresidente Olio Garda Dop scrive:

    Conosco da tempo l’impegno e la passione che la Dott.ssa La Torre ha profuso per la nascita e lo sviluppo delle denominazioni di origine protette.
    Fin dall’inizio ho avuto modo di apprezzare sia la sua visione lucida sulle denominazioni di origine sia la capacità di precorrere i temi e le problematiche che puntualmente si sono presentate: il DL 297/del 2004 ne è un segno tangibile
    Il libro è un punto fermo ed è un importante strumento a supporto del lavoro per chi opera nel settore DOP/IGP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *