Fragole e olio. Geniale intuizione dell’insalatologa Jeanne

Ieri mi sono procurato il volume La fragola, pubblicato nella prestigiosissima collana “Coltura & Cultura”, brillantemente diretta da Renzo Angelini; e mi sono subito detto: come posso far conciliare la fragola con l’olio? Ci sarà pure un modo, e infatti lo trovo quest’oggi, andando a curiosare nelle pagine del blog “Alice nel paese delle insalate”, curato dall’insalatologa/insalatista per eccellenza: Jeanne. L’olio prescelto è quello di noci; e guarda caso ho proprio una bottiglia in attesa di essere aperta e degustata sul tavolo del mio studio: una spremitura a freddo prodotta da un’azienda valdostana di Arnad.

L’olio l’ho avuto in dono a Verona dalla produttrice Marilena Péaquin. L’azienda è la Dinus Donavit.

Jeanne delizia i buongustai con un blog arricchente, ricco di preziosi spunti inediti. C’è un tocco di classe in ogni nota pubblicata, ricette: ma anche interviste, approcci con il cibo inusuali, e anche un’iniezione costante di buon umore. Ogni giorno c’è sempre una proposta avvincente: seguite il blog e non ve ne pentirete.

Visto che Jeanne ha annunciato la ricetta su facebook, ho voluto attendere apposta prima di scrivere qualcosa su Olio Officina quest’oggi. E visto che l’annuncio richiamava le fragole, e visto che su InsalaMente vi è ogni giorno la ricetta di un’insalata, mi sono detto: “ora la attendo al varco”.

L’olio utilizzato? Quello ricavato dalle noci. Ottima scelta.

La ricetta? Lattuga e roastbeef con dressing di fragole.

Non ha senso riportare la ricetta qui, leggetela direttamente sul blog.

La saggia combinazione di Jeanne è perfetta, visto che inserisce tra gli ingredienti lo sciroppo d’acero e l’aceto di lamponi.

Intanto, buona insalata a tutti.

L’OLIO DI NOCE “DINUS DONAVIT”

E’ giallo paglierino tenue alla vista, quasi incolore. Si avverte, netto, il sentore della noce, al naso come al gusto: si apre in bocca delicato e fine, dolce.

Nella confezione viene riportata anche qualche indicazione per abbinare al meglio l’olio: con insalate (senza tuttavia specificare quali), fagioli bianchi, patate, asparagi; adatto anche nella preparazione di vinaigrette e maionese, e lo si consiglia su pesce e carni calde.

Come lo abbinerei io? Non sui legumi, e nemmeno su ortaggi quali patate e asparagi. Tranne che non lo si utilizzi con qualche ingrediente che ne rafforzi l’impatto, come ha fatto molto opportunamente Jeanne.

Per il resto, utilizzerei l’olio di noce prevalentemente nella prepazione di alcune salse delicate, ma non in tutte le insalate, perché troppo delicato al gusto, e si perderebbe la finezza dell’aroma. Lo trovo ottimo, invece, sui pesci di lago.

Questa voce è stata pubblicata in Abbinamenti, Altri condimenti, Libri. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fragole e olio. Geniale intuizione dell’insalatologa Jeanne

  1. Pingback: La parola del giorno: vanità -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *