L’olio vestito di blu

E’ sorprendente il Dop Umbria Colli Martani di un’azienda di Spoleto, in provincia di Perugia. La bottiglia è in vetro blu. L’etichetta è di color blu. Anche la capsula che ricopre il tappo a vite è blu. Il nome stesso dell’olio, al di là dell’indicazione geografica, è “Blu“. Non ho mai chiesto la ragione di una simile scelta al produttore, ma è davvero insolita e innovativa. Per certi versi anche divertente.

L’azienda è la Cufrol – Frantoi oleari umbri.

L’olio extra vergine di oliva è un prodotto a Denominazione di origine protetta Umbria, con menzione geografica aggiuntiva Colli Martani.

Il nome dell’olio: Blu.

In retro-etichetta sta scritto: selezionato da Carlo e Tiziano.

Le olive da cui l’olio è ricavato sono l’espressione delle cultivar Frantoio, Leccino, San Felice e Moraiolo. La retro-etichetta è davvero ricca di informazioni.

Gli oliveti sono collocati in Montefalco e Todi.

SAGGIO ASSAGGIO

Vista > Verde dai riflessi oro

Olfatto > Sentori fruttati di media intensità, vegetali, con evidenti richiami di carciofo

Gusto > Vegetale, con percezione piccante e amara ben dosata e armonica, note speziate e rimandi al carciofo e al cardo

Sensazione retro-olfattiva > In chiusura l’erba di campo, unitamente a una lieve punta piccante

 

L’abbinamento > Con zuppetta d’orzo con porri e patate e costina di maiale alla diavola

 

FUORI DALLA BOTTIGLIA > NEL BLU

Blu > Zucchero ::: sento già il frullio / di una notte Blu

Nel blu dipinto di blu > Domenico Modugno ::: mi dipingevo le mani / e la faccia di blu

Questa voce è stata pubblicata in Saggi Assaggi. Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’olio vestito di blu

  1. La DaMa scrive:

    Carissimo direttore, seguo con puntualità Teatro Naturale e Olio Officina.
    A proposito di ..vestito di blu, desidero segnalare che all’interno della comunità consortile Olivea, del quale siamo promotori, il vetro blu è stato scelto per le caratteristiche indicate a questa pagina:
    http://www.olivea.org/main_it/violea_bottle.htm

    Cordialità
    La DaMa (Massimo Ferranti)

    • Bel sito, Olivea.
      Al link indicato leggo:

      (…) Il vetro della bottiglia Violea … grazie alle sue caratteristiche, blocca l’intero spettro di luce visibile a eccezione dei raggi ultravioletti consentendo, nello stesso tempo, il passaggio di una certa quota di radiazione UV-A e infrarossa (…)

      Complimenti

      • La DaMa scrive:

        grazie Direttore, con le minime risorse a disposizione e con le difficoltà intrinseche di certe iniziative: si fà quel che si può.

        Da uno studio sulla Biofotonica nelle applicazioni cosmetiche, farmaceutiche, alimentari, ecc. questo è il testo originale:
        “The basics of violetglass are the permanent stimulation and charging of the molecule structure of a substance. This is practicable by penetration of the UV-range (stimulating) and the Infrared-range (charging) trough the glass.

        Violetglass makes it possible to let the invisible Ultraviolet light and the visible Violet light (ca.380-420 Nanometer ca.35%) together with the Infrared light (ca. 730-1050 Nanometer ca.45%) trough the glass while the visible range of the sun (red, bleu, yellow, green) are blocked.”

        Cordialmente
        MF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *