Sicilia beddha mia, Sicilia beddha

 

Ci sono oli siciliani davvero convincenti, capaci di sedurre in maniera poderosa. Uno di questi l’ho degustato al banco d’assaggio predisposto lo scorso 2 dicembre a Milano, in occasione della festa evento da me organizzata per i cinquant’anni dell’olio extra vergine di oliva. E’ stata una giornata memorabile, e presto – è solo questione di giorni, ormai – sarà disponibile un cofanetto contenente quattro Dvd, con la registrazione di tutti gli interventi. L’olio? Si chiama “Loconovo degli Amari”, ed è ricavato da olive Nocellara del Belice.

E’ prodotto dall’azienda agricola Elisabetta Capua di Marinella di Selinunte, a Castevetrano. Siamo nella provincia di Trapani, per intenderci.

SAGGIO ASSAGGIO

Vista > Verde chiaro dai riflessi dorati, limpido

Olfatto > Ha profumi fruttati freschi di media intensità, con chiari sentori di pomodoro

Gusto > Ha gusto vegetale di carciofo, buona fluidità e morbidezza, è avvolgente al palato, armonico nelle note amare e piccanti, con una lieve astringenza nel finale

Sensazione retrolfattiva > Note di mandorla verde e lieve punta piccante

L’ABBINAMENTO

Antipasti di mare, grigliate di pesce, carni bianche ai ferri

E PER FINIRE?

Per finire, mi vien da pensare a Franco Battiato, alla sua canzone Veni l’autunnu

Questa voce è stata pubblicata in Saggi Assaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *