Golden olive oil, tutta scena

E’ balzato agli onori della cronaca, l’olio con le scaglie d’oro a 24 carati. Ne hanno scritto e parlato in tanti, come fosse una grande novità esclusiva. Non è così. L’oro serve per conferire brillantezza. Tutto qui. Non apporta altro. Si tratta di un olio alimentare, evidentemente. Non è una novità. Qualche anno fa, forse due, un’azienda salentina lo aveva presentato a Olio Capitale. Questa volta tuttavia ne hanno scritto in tanti. La nota eclatante è la veste esclusiva, ma soprattutto il prezzo: 600 euro la bottiglia da 200 ml.

Un’azienda croata di Hvar ne ha messe in circolazione ben 444 confezioni: una bella trovata, e così i giornali, pazzi come sono per gli aspetti più curiosi, più che per la sostanza delle cose, hanno amplificato e diffuso a dismisura l’insolita iniziativa.

Ciò che banalmente viene utilizzato in cucina, viene qui esaltato dalla bella forma con cui si presenta la confezione. Ogni bottiglia di quest’olio tanto esaltato è riposta in una scatola di legno laccato nero, chiuso a chiave con un lucchetto. Eppure le foglie, o le pagliuzze di oro alimentare, si trovano facilmente e sono abitualmente utilizzate per decorare qualsiasi alimento e perfino per conferire un effetto speciale ai cocktails. Insomma, queste foglie d’oro spolverizzate nell’olio non rappresentano alcuna novità, né tanto meno qualcosa di esclusivo e unico.

Sorrido dunque di fronte ad alcuni giornalisti che cascano su queste notizie non notizie. D’altra parte sono questi i meccanismi attuali dei media: cercano la curiosità a tutti i costi, non interessandosi a questione serie. L’olivicoltura va a picco, il comparto oleario è in subbuglio, ma nulla si legge in tal senso. Si preferisce parlare del nulla, e pazienza se è così che va il mondo.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Golden olive oil, tutta scena

  1. Selina scrive:

    Mi dispiace leggere queste righe, se c’è qualcuno che riesce a dare lustro e pregio ad una materia già preziosa, ben venga.
    Perché criticare sempre e senza motivo, se da questa iniziativa, ci sono persone che hanno impiegato tempo, entusiasmo e ne hanno ricavato un bene tangibile come il denaro ben venga.
    Un’idea quando apporta una curiosità e un interesse sano è sempre una buona idea.

    Buona serata e caro direttore sorrida un po’ di più.

    Selina

    • Lustro e pregio attraverso trovate come le scaglie d’oro alimentare?
      L’iniziativa non è nuova, solo che questa è stata lanciata bene, con una efficace campagna stampa.
      E ora? A distanza di mesi? Che cosa ne è derivato? Se ne scrive più?

      Se c’è stato entusiasmo per questa operazione sono contento per chi tale entusiasmo l’ha provato sulla propria pelle. Io preferisco entusiasarmi per novità vere, ma non discuto sulle gioie altrui: ben vengano. Ognuno si ritrova con i gusti che contraddistinguono la propria personalità.

      Sorridere? Sono sempre così sorridente che alle volte mi si blocca la mandibola.

      Grazie per il commento

  2. alessandra scrive:

    l’importante è non cadere nella rassegnazione e le sue denunce, direttore, ci aiutano a non farlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *