Fratello olivo

Fratello Olivo, per tante ragioni. Una tra tutte: ogni pianta di olivo evoca immancabilmente il simbolo della civiltà acquisita. L’olivo, per le tre grandi religioni del Libro – ebraismo, cristianesimo e islam – fanno riferimento costante proprio all’albero dell’olivo. Che poi è l’albero della pace e, nel medesimo tempo, l’albero della riconciliazione. Non piantare nuovi olivi equivale a rinunciare alla civiltà e di conseguenza al futuro.

Teatro dell’incontro, come già ho avuto modo di annunciare anche altrove, è l’azienda agricola di Domenico e Pasquale Manca. C’è  un luogo ben preciso, il Podere Monte Sixeri, presso il Ristorante di campagna Le Pinnette. Ad Alghero, come opportunamente recita la locandina.

Pubblicato in Olio Officina Festival | Lascia un commento

C’è posto per il futuro

Ad Alghero il futuro è assicurato. In Sardegna, dove si svolgerà il 26 novembre un evento in cui si racconta la grande passione di una famiglia per l’olio, sarà possibile, per quanti lo vorranno, prendere visione dei nuovi oliveti messi a dimora con la dichiarata intenzione di dare una svolta a un comparto che non crede più in se stesso. Ecco allora la famiglia Manca nelle cui terre in Alghero hanno deciso di aprire le porte della propria azienda per accogliere una giornata oliocentrica, con un ricco programma tutto incentrato sul valore, non solo affettivo, e neppure solo economico, degli olivi. L’appuntamento è aperto a tutti, e anche io sono orgoglioso di poter dar vita alla nuova edizione di Olio Officina Anteprima in una realtà operativa esemplare, gestita da persone amiche e care, oltre che da bravi e impareggiabili imprenditori.

Pubblicato in Appuntamenti | Lascia un commento

Che spavento!

Quello che vedete in foto è l’interior designer Pasquale Bonsignore la matina appena sveglio e pronto per affrontare l’olivagione 2016. L’ideatore del progetto Incuso non finisce di sorprendere.  Fare olio, oggi, è una grande sfida. Ci si sveglia così.

Pubblicato in Emozioni | Lascia un commento

Questo sorriso non è da tutti

Ha tra le mani un tesoro vegetale. È un corpo solido, ma poi tempo qualche ora e si tramutano in un corpo vegetale liquido. Un puro succo, insomma. Questa manciata di olive Casaliva, sono state raccolte dagli olivi poco distanti dal frantoio di famiglia a Cavaion Veronese. Lei, la sorridente, è una mia cara amica, Si chiama Laura Turri e in questa foto dispensa gioia. Da queste olive, lei, con i suoi fratelli, ricava l’olio extra vergine di oliva Dop Garda. Non un olio tra i tanti, ma l’ olio. Quello a marchio Fratelli Turri. Ci si augura sempre che queste solide amicizie siano sempre di lungo corso.

Pubblicato in Emozioni | Lascia un commento

Questo sono io

Volete incontrarmi? Allora l’appuntamento è dal 2 al 4 settembre a Cavaion Veronese. Il mio “tour musicale” fa il suo esordio proprio a “Warda Garda”, alla prima edizione del festival dell’olio gardesano [solo l’extra vergine a marchio Dop]. Ecco come mi vede il vignettista Valerio Marini.

Pubblicato in Appuntamenti | Lascia un commento

Quando la speranza è l’ultima a morire

L’antico quando accoglie il nuovo apre al futuro. Quella che vedete, è una della tante foto che ho realizzato in un mio “tour del dolore” nel Salento, nei luoghi afflitti dalla Xylella fastidiosa. La speranza, si sa, non potrà mai spegnersi del tutto. Si resiste, anche a ciò che appare terribile. Ecco allora l’innesto praticato sugli olivi secolari. È una iniziativa forse della disperazione, ma che apre le porte alla speranza. Si è reso necessario per l’unico scopo di fronteggiare il devastante batterio che sta sottraendo vita agli olivi. Dietro a questo gesto di speranza e di invocazione di futuro, c’è l’impegno e il genio di tanti volenterosi che non demordono. Ne cito due, tra i tanti: i ricercatori Pierfederico La Notte e Sebastiano Vanadia, nonché l’agronomo Giovanni Melcarne, il curatore Sono loro che mi hanno accompagnato tra gli olivi, in un viaggio di dolore ma anche di speranza.

Pubblicato in Aneliti | Lascia un commento