Avete mai provato il pesto d’aglio?

aglioForse non tutti lo apprezzeranno, alla sola idea di un ingrediente ritenuto così socialmente poco opportuno, per le relazioni interpersonali, soprattutto quelle più intime, ma, in fondo, chi ne resta attratto, soprattutto dal mix degli ingredienti utilizzati, non fa che sognarselo anche di notte, non riuscendo più a farne a meno. Provare per credere. E’ una salsa dalla consistenza cremosa, di colore bianco avorio e dal sapore tendenzialmente dolce, con una nota di pinolo di fondo. E’ una salsa tipica della provincia di Genova, ma è possibile individuarla anche in altre province. Io, se proprio avete curiosità, vi svelo ingredienti e modalità di preparazione. Per chi non si tira indietro.

Questa ricetta l’ho riportata tra l’altro nel volume L’evoluzione dell’olio in cucina, di cui ne sono autore; ma è un testo quasi introvabile, essendo stato pubblicato in edizione fuori commercio nel 2010. Chissà se un giorno non lo riproporrò, attualizzandolo.

Ingredienti

250 g di gherigli di noci
un cucchiaio di quagliata (prescinseua)
50 g di pinoli
Latte
40 ml di olio extra vergine di oliva Dop Riviera Ligure dal fruttato leggero
Mollica di due pani
Maggiorana
Sale

Preparazione

Si pelano i gherigli di noci dopo averli scotati in acqua bollente.
Si inzuppa la mollica del pane nell’acqua o nel latte e la si strizza, così da evitare che la noce renda amara la salsa.
Si tritano nel mortaio i gherigli di noce, l’aglio, la mollica, il sale, i pinoli e la maggiorana.
Si versa il composto in una terrina dove si diluirà il tutto con latte cagliato, scolato dal suo siero, e l’olio.
Si mescolano gli ingredienti fino a ottenere una salsa cremosa.

 

La foto è mia

Questa voce è stata pubblicata in In tutte le salse. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Avete mai provato il pesto d’aglio?

  1. vittoria scrive:

    Buongiorno,ottima ricetta, ma la quantità di spicchi d’aglio è stata dimenticata o è stata volutamente lasciata al gusto personale? Grazie,cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *