La svolta parte da qui

Anche oggi è domenica, il tempo scorre in fretta, mentre si sta avvicinando sempre più Olio Officina Food Festival 2015. Fervono i preparativi, senza sosta. Ciò che mi appare ogni giorno, nei lavori preparatori dell’evento, è quanto tutti voi – tra coloro che avranno il piacere di esserci, dal 22 al 24 gennaio a Milano – vedrete in tutta evidenza nel corso dei tre giorni della manifestazione. Sono emozioni, grandi, intense, profonde. Ieri ho lavorato a una grandissima sorpresa, a qualcosa di unico, di cui darò notizia solo il 15 gennaio, nel corso della conferenza stampa. Ed è bello, credetemi, costruire qualcosa di utile per tutti. Ho dedicato all’olio da olive il miglior tempo della mia vita, tanti libri, articoli, eventi. Nonostante tutto, nonostante questo Paese sia immobile e anche un po’ depresso (forse anche un po’ corrotto, sin nelle istituzioni) ha ancora tante energie vive e idee che vogliono diventare espressione di concretezza. Non finirò mai di ringraziare le tante e belle persone che mi sostengono e con cui sto portando avanti un progetto così importante e a cui pensavo da lungo tempo, sin da ragazzo, poco più che adolescente. Insomma, per chi ha obiettivi da realizzare, occorre solo crederci e i risultati arrivano, Quando si dice restituire valore e dignità a un prodotto per tanto tempo bistrattato come l’olio da olive, io intendo proprio ciò che di volta in volta sto realizzando, talvolta anche senza gli appoggi di chi dovrebbe spendere tutto se stesso per aiutarmi. Fare cultura dell’olio non significa riempirsi la bocca di parole, ma concretizzare con segni tangibili ciò che realmente può apportare qualcosa di utile, senza mai mescolare la cultura vera con pretesti puramente di sfondo commerciale. La svolta, per tutti, parte da qui: l’ingrediente principale è la propria buona volontà.

Questa voce è stata pubblicata in Olivo Matto. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *