Un tempo di sospensione

Quando si entra in periodo natalizio, è come fare ingresso in un tempo di sospensione. C’è l’attesa di una nascita che si spera essere per tutti rigenerante. Cosi, nell’atto stesso di sentirsi nuovi, verso se stessi e gli altri, in questi giorni conclusivi di un ciclo accogliamo l’anno che verrà con meno paura. Abbiamo bisogno non a caso di compiere tale passaggio in compagnia di chi ci ama proprio per questo. Per non sentirci soli. La bellezza di questo tempo sospeso sta dunque tutta qui, nel consegnarsi al nuovo anno mano nella mano con chi sta al nostro fianco senza mai tradirci.

Natale 2013, marini

Questa voce è stata pubblicata in Olivo Matto. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *