Il mondo dell’olio io lo vedo in questi volti sinceri

I volti di Goccia di SoleA Olio Capitale, salone espositivo in corso d’opera a Trieste fino al 4 marzo, c’è stata l’occasione di stringere affettuosamente tante mani, fino ad abbracciare persone splendide e ricche di grandi stimoli. Abbracciare, intendo, non sempre nel senso fisico del termine, visto che non ho la tendenza naturale ad abbracciare le persone, ma abbracciare in senso spirituale, questo sì, come per esempio ho abbracciato i due rappresentanti della cooperativa Goccia di Sole di Molfetta: Michele Caldarola, il vicepresidente, e Angelo Sasso. E’ inutile dire che nei confronti del bravo presidente Giambattista Mastropierro io abbia sentimenti di grande stima e affetto. Senza una figura così semplice e nello stesso tempo magnifica, soprattutto per la sua lucida capacità di affrontare ogni giorno un settore così tanto bistrattato e abusato, come quello degli oli di oliva, il comparto oleario italiano mancherebbe di sostanza e di vitalità. Così, quest’oggi dedico il post di Olio Officina a due volti emblematici e rappresentativi della nostra olivicoltura, intensamente veri e autentici. Così, attraverso loro, posso dire di aver idealmente abbracciato tanti olivicoltori e frantoiani d’Italia. E così sia.

Le bottiglie di Goccia di Sole

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *