Tutti a Olio Officina Food Festival per imparare a fare il pesto

La mano di Marino Giordano e il pesto si materializza. Foto di Luigi CaricatoOggi un post quasi interamente per immagini. Protagonista il pesto, una salsa apparentemente semplice, visti i pochi, essenziali, ingredienti utilizzati. In realtà si tratta di una preparazione piuttosto complessa, se si è intenzionati a ottenere il vero, autentico pesto alla genovese. Le foto che vi riporto sono mie. Le ho fatte a Imperia, in terra ligure, nel corso dell’evento OnaooTre uomini in cucina”. Io ero uno dei tre. L’artefice del pesto, che potete ammirare in bella mostra nelle immagini, è Marino Giordani, tra i più apprezzati docenti Onaoo. Sarà presente anche a Milano, in occasione di Olio Officina Food Festival. Non riporto qui nulla, perché vi aspetto per fine gennaio, dal 24 al 26. Lì potrete ascoltare e vedere all’opera Marino Giordani. Vi spiegherà ogni passaggio per ottenere il miglior pesto che si possa desiderare. A proposito, lo sapete che esiste anche un campionato mondiale di pesto al mortaio organizzato dall’associazione Palatifini? Finché potete, evitate di acquistare il solito pesto confezionato per fermarvi a un gusto, magari pur allettante, ma standard. Almeno una volta all’anno fatelo voi, ne vale la pena. Io ho potuto apprezzare il psto realizzato da Giordani, è tutto un altro pesto. C’è la mano giusta.

Marino Giordani mentre da' inizio alla preparazione del pesto. Foto di Luigi Caricato

Ci vuole la mano giusta per fare il pesto. Foto di Luigi Caricato

Il pesto è pronto. Foto di Luigi Caricato

 

Questa voce è stata pubblicata in Olio Officina Festival, Per immagini. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *