Chef, mastri pastai, oleologi e professori. Uniti nel nome dell’olio

Pensate, mie care affezionate lettrici, mie cari affezionati lettori. Privilegio il mio blog per anticipare il programma di Olio Officina Food Festival della mattina del 25 gennaio in sala Leonardo. Ma non è tutto qui il festival, tutto il palazzo delle Stelline accoglierà in contemporanea più eventi nel grande happening. Per voi quest’oggi , ormai è sera tardi, nomi e titoli degli interventi. Manca poco ormai. Ci si può già iscivere, ma ora che è Natale, quale miglior regalo se non omaggiare i propri amici con un biglietto d’ingresso al festival? Che ne dite?

La novità di quest’anno è la presenza alternata di chef e professori, in modo che possa nascere un bel dialogo costruttivo tra chi agisce in cucina e chi ne studia le dinamiche in laboratorio.


VENERDI 25 GENNAIO, programma mattutino in sala Leonardo

solo Ciccio, solo Sultano

Intervengono:

Ciccio Sultano, chef ristorante Duomo a Ragusa Ibla

Nicola Dal Falco, scrittore

 

Quale olio usare. Modalità di impiego tra esigenze di cucina e corrispondenze scientifiche

Interviene:

Giovanni Lercker

Università degli Studi di Bologna, Dipartimento di Scienze degli alimenti

 

L’olio nelle cucine del mondo. L’esperienza della nouvelle fusion cuisine italiana

Interviene:

Gianfranco Chiarini

Chef e ristoratore

 

Effetto della cottura a microonde sulla qualità di oli da olive: confronto con tecniche di cottura tradizionali

Interviene:

Emma Chiavaro

Università degli Studi di Parma, Scienze e Tecnologie Alimentari

 

L’olio denocciolato in cucina

Interviene:

Roberto Rossi

Chef Il Silene

L’olio e la pasta, la combinazione perfetta

Interviene:

Benedetto Cavalieri

Mastro pastaio

 

La cucina di campagna e l’olio da olive

Interviene:

Marco Gatti

Giornalista, vicepresidente del Club di Papillon

 

Abbinamenti: olio extra vergine, patate e rosmarino. Tra scienza e produzione

Interviene:

Lorenzo Cerretani

Oleologo

 

L’olio evo e i dolci

Interviene:

Gaetano “Tano” Simonato

Chef “Tano passami l’olio”

 

Questa voce è stata pubblicata in Olio Officina Festival. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Chef, mastri pastai, oleologi e professori. Uniti nel nome dell’olio

  1. flavio scrive:

    cosa ne pensate di un bel gelato alla vaniglia condita con olio morbido ottenuto dalla cellina di nardò? Io lo mangio sempre provatelo
    ciao Flavio

  2. isabella scrive:

    che meraviglia!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *