Olivagione 2012, c’è chi gioisce e chi no

Ecco cosa mi scrive Gioacchino Fior Rosso, da San Dorligo della Valle, Dolina: “Devo tornare indietro con la memoria a circa quaranta cinque anni fa per ricordare un anno negativo come questo. Non ci sono olive e nemmeno olio. In febbraio freddo e bora 180/200 km orari per 18 giorni, il 12 giugno forte grandinata circa 30 cm di ghiaccio chicchi come le noci, poi sei mesi di siccità. Questo è il risultato della mancanza di olive. Anno da dimenticare il 2012”. Se osservate tuttavia la foto, noterete, al di là di tutto, la gioia impressa sul volto, al primo sgorgare dell’olio.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, Per immagini. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Olivagione 2012, c’è chi gioisce e chi no

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *