Ogni giorno in ascolto del Libro, un nocciolo d’oliva da rigirare in bocca

Leggete la Bibbia e troverete l’olivo e l’olio. Nel 2001 pubblicai per Bibliotheca Culinaria il volume L’incanto dell’olio italiano. La prefazione la chiesi e la ottenni con mia grande gioia da Giuseppe Pontiggia. Una festa dell’anima. La postfazione è stata scritta con mia altrettanta copiosa gioia dall’allora arcivescovo di Palermo, il cardinale Salvatore De Giorgi, mio conterraneo, nato nel Salento, terra di olivi secolari e frantoi un tempo ipogei. Oggi, che sono in Umbria, nella terra di san Francesco d’Assisi, mi sento molto spirituale, e perciò vi riporto un bel passo tratto da Nocciolo d’oliva, un intenso libro che Erri De Luca ha pubblicato nel 2002 per le edizioni Messaggero di Padova.

Leggere scritture sacre è obbedire a una precedenza dell’ascolto. Inauguro i miei risvegli con un pugno di versi, così che il giro del giorno piglia un filo d’inizio. Posso poi pure sbandare per il resto delle ore dietro alle minuzie del da farsi. Intanto ho trattenuto per me una caparra di parole dure, un nocciolo d’oliva da rigirare in bocca.

Erri De Luca

Questa voce è stata pubblicata in Libri, Visioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *