Bottiglie d’olio in cambio di un voto

Accade in Romania, ma mi ricorda tanto l’Italia degli anni Settanta e in parte dei primi anni Ottanta. Quando ancora l’olio ricavato dalle olive aveva un certo valore. Altri tempi. Eppure in altri Paesi, geograficamente non molto lontani da noi, rappresenta ancora un bene per pochi. Leggete quanto viene riportato sull’inserto “Sette” del “Corriere della Sera” dello scorso 16 novembre.

Questa voce è stata pubblicata in Per immagini. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *