L’olio da olive patrimonio di tutte le famiglie. Il congedo di Marcello Carli

Quest’oggi un omaggio a Marcello Carli su Olio Officina è doveroso. Vicepresidente della nota casa olearia imperiese, ci ha lasciato all’età di 84 anni. Insieme con il fratello Carlo – 96 anni,  attuale presidente della Fratelli Carli – rappresenta la seconda generazione di una famiglia che si è imposta per la vendita per corrispondenza dell’olio da olive, diventandone leader assoluta e incontrastata. Possiamo dire che i Carli, a partire dal fondatore Giovanni Carli, hanno sicuramente contribuito a unire l’Italia, dal sud al nord, nel nome dell’olio.

Marcello, figlio di Ulisse, il fratello del fondatore dell’azienda Giovanni Carli, ha ricoperto il ruolo di vice presidente aggiunto. Oggi il figlio di Marcello, Lucio Carli, è amministratore delegato di Mediterranea, la linea di prodotti cosmetici, mentre il figlio di Carlo Carli, Gianfranco, è ad della Fratelli Carli.

L’Onaoo, di cui Lucio Carli è presidente, ha ricordato la figura di Marcello Carli come di “un caro amico”, socio onorario sin dalla dalla costituzione nel 1983. Riporto integralmente il testo diffuso dalla segreteria Onaoo.

“Se ne è andato improvvisamente, lasciando in chi lo ha conosciuto, un grande, grandissimo vuoto. Aveva un’immensa cultura, amava la storia e la filosofia, era appassionato di mare e di montagna; entrambi li aveva percorsi in barca a vela e a piedi. Grande viaggiatore nel mondo, poteva annoverare di essersi bagnato in quasi tutti i grandi fiumi del pianeta. Purtroppo diversi anni or sono, un grave incidente occorsogli sulle Alpi Liguri, che conosceva palmo a palmo, gli aveva indebolito il fisico, lasciandogli però inalterato lo spirito che lo ha sempre contraddistinto, sia sul lavoro che nella vita privata. Era un uomo schivo, forse timido, nonostante ne avesse le possibilità non amava le ostentazioni e in silenzio si è sempre prodigato per aiutare il prossimo, senza volere nulla in cambio”.

Questa voce è stata pubblicata in Cronache. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *