L’extra vergine per tutti, l’extra vergine democratico

Sono orgoglioso di aver scritto, su “Viniplus” di settembre – giornale edito dai sommeliers di Ais Lombardia – un articolo in cui si sancisce il diritto, per tutti i popoli di ogni luogo al mondo, di poter accedere al consumo di un grasso alimentare nobile qual è l’olio extra vergine di oliva, insieme ovviamente all’intera gamma degli oli da olive. Fino a non molto tempo fa, ciò non era possibile, per via di prezzi elevati che ne impedivano l’acquisto. Oggi è diverso, i bassi costi di produzione, il miglioramento delle tecniche estrattive, una più capillare presenza di tali oli nei punti vendita ha rivoluzionato la storia dei consumi. Tutto ciò è un bene, purché i prezzi non precipitino verso il basso, rendendo inutile tale conquista. Oggi c’è chi si inventa inutili storie, cavalcando il malcontento di chi non ottiene una equa remunerazione. Si tratta invece di trovare una via intermedia che consenta a ciascun olivicoltore di gaudagnare il giusto, senza che venga sfruttato, ma consentendo nel contempo una effettiva democratizzazione dei cnsumi di oli di oliva.

 

Ecco uno stralcio del mio articolo:

(…) un olio da olive deve essere democratico, disponibile per tutti, e non come nel lontano passato, solo per pochi privilegiati. L’olio deve essere disponibile a prezzi differenti, in base alla qualità, in modo che ciascuno possa avere un prodotto genuino prima di tutto, e solo successivamente l’eccellenza, come tappa successiva nel momento in cui c’è stata prima una preventiva acquisizione del valore. Anche perché non possono esserci tutti extra vergini d’alta gamma. Per cucinare è sufficiente un comune extra vergine, non necessariamente d’alta qualità (…)

Questa voce è stata pubblicata in Aneliti, Cronache. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’extra vergine per tutti, l’extra vergine democratico

  1. Massimo scrive:

    Nella campagna 2011/2012 l’olio extra vergine di oliva spagnolo, prodotto da olive colte piu’ mature e con maggiore resa da impianti super intensivi con raccolta meccanizzata era quotato 1,82 al kg. L’olio del barese ha raggiunto il picco di 2,40 euro al kg.
    Con l’aggiunta dei soli costi variabili e con margini risicati di guadagno era possibile vedere dei prezzi al supermercato molto bassi. Purtroppo la concorrenza e’ spietata e se il consumatore non e’ in grado di riconoscere quale sia il prodotto migliore, privilegerà il prodotto da prezzo.
    Solo un’adeguata e massiva comunicazione al consumatore unitamente all’accompagnamento all’assaggio può spingere lo stesso a fare eventualmente una scelta diversa.
    Ancora oggi le caratteristiche di amaro e piccante sono viste dal consumatore medio come difetti perche’ per decenni sono stati abituati a gustare solo oli ottenuti da olive raccolte mature.
    Tuttavia un olio extra vergine a prezzi elevati non e’ prodotto massivo ma solo per pochi ricchi.

  2. benedetta stellino scrive:

    come non essere d’accordo !!!! come produttrice ed un pò intenditrice invito a diffidare dal comprare olio extravergine d’oliva al supermercato per due ordini di motivi
    -1 il prezzo al di sotto di 4 € al lt. deve mettere in allarme perchè conosco i costi di coltivazione , raccolta, frangitura, conservazione + costo di imbottigliamento (bottiglia in vetro scuro +doppia etichetta+tappo a vite antigocciolamento) o la messa in lattine in banda stagnata +i margini di guadangno del produttore, grossista, dettagliante
    -2 la lunga e non controllata esposizione negli scaffali, esposizione ai raggi solari , alle escursioni termiche…
    mi fanno
    mi portano a concludere che non può mai trattarsi di olio d’oliva , bensì di altro.. corretto con la clorofilla , con grande presa in giro per il consumatore nella tasca e peggio ancora per il suo fegato.
    Gli esperti riferiscono che neanche le analisi di laboratorio possono scoprire l’adulterazione , ma l’unico strumento sensoriale valido per farlo è un palato guidato ed affinato nella percezione

    +

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *