Prendete e mangiatene tutti. Quanto basta

Per carità, non voglio essere nemmeno lontanamente blasfemo, ma, credetemi, l’espressione liturgica che ho posto a titolo del post odierno è tra quelle che appartengono intimamente alla mia vita. La sento molto mia. Mi piace l’idea della condivisione, e la condivisione del cibo in particolare, perché implica una grande dedizione all’altro. Io mai e poi mai condividerei un tozzo di pane con una persona sgradevole, e invece… Invece ci si accorge solo dopo di aver avuto a che fare con persone sgradevoli. Lo stesso Gesù ha condiviso il cibo con Giuda. Sarà per questo che il Giuda che ho incontrato lungo la mia strada manifestava un evidente imbarazzo ogni volta che ha avuto modo di condividere con me il cibo? A parte ciò, il titolo “Prendete e mangiatene tutti. Quanto basta”, vuole essere oggi solo un omaggio a Fabiana Romanutti e al suo q. b. Quantobasta FVG. Nell’ultimo numero tante belle sollecitazioni, e due pagine oliandole. Intanto, per dare fiato a questo agosto vacanziero, ecco una bella sorpresa per voi, solo per voi.

La rivista diretta da Fabiana Romanutti sarà tra i media partners di Olio Officina Food Festival, la cui seconda edizione è in programma dal 24 al 26 gennaio 2013 a Palazzo delle Stelline, a Milano. Maggiori particolari su questa preziosa collaborazione dopo l’estate.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Prendete e mangiatene tutti. Quanto basta

  1. Giulia scrive:

    Confermo, e’ proprio una bella rivista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *