Un’estate aperta allo svago e alla distensione dell’anima

Oggi, sabato 28 luglio, sono molto contento. Provo una gioia grande perché sono entrato nel vivo della pausa estiva con il settimanale Teatro Naturale, un bel traguardo, quello del riposo. Sospendere la continuità di una pubblicazione è importante, permette di riprendere energie. Tuttavia il mio blog, Olio Officina, continuerà inarrestabile, visto che non si tratta di una rivista ma appunto di un blog. Leggetevi intanto il mio editoriale di saluto apparso su Teatro Naturale, dal titolo Tutto ciò che ho da dirvi. A corredo di questo post odierno, ho scelto per voi, nella sezione “Per immagini”, una mia foto che riprende una tabella che ho immortalato in un oliveto in Marocco. Nei prossimi giorni dedicherò a questo Paese alcuni “saggi assaggi”.

Intanto, ecco un brano che riprendo dal mio editoriale:

Io ho imparato tardi ad andare in vacanza, e anche se non ci vado sgombrando la mente dai pensieri, comunque vivo questa sospensione del tempo, provandone tutto il piacere, perché è giusto che sia così. Poi, in tempo di vacanza si può anche lavorare, perché una mente e un corpo sano hanno molte energie che è un vero peccato interrompere del tutto tale flusso di vita. Però è diverso, un conto è lavorare senza sosta, altro è lavorare come svago, come distensione dell’anima.

Ecco, il mio blog Olio Officina è, proprio così: una distensione dell’anima.

Buon fine settimana, buona estate, e buon olio a tutti.

Questa voce è stata pubblicata in Aneliti, Per immagini. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *