Luigi Caricato otac pojma oleolog

Noi italiani dobbiamo guardare alla Croazia con ammirazione e rispetto. Sia per gli oli d’ccellenza che producono ormai da tempo con grande maestria, sia per l’attenzione qualificata che dimostrano nel promuovere una solida e dinamica cultura dell’olio. L’occasione per pensare a questa terra dalle mille meraviglie è un’intervista che ho rilasciato a Branka Žužić su Maslina”, una rivista interamente dedicata agli oli ricavati dalle olive e che spicca per l’originale veste grafica e l’innovativa linea editoriale. Riporto – giusto per soddisfare il mio ego più ispirato – il ritratto di cui è autore il bravo Srećko Niketić in una foto che mi ritrae assiso, beato, sorridente e pacifico.

Non dimentico ovviamente di ringraziare Lory Masks Musizza (artista creatrice di maschere, nonché produttrice d’oli d’eccellenza con un marchio – il “Meraviglia” – che è una esplicita dichiarazione d’intenti: puro invito a godere della bellezza e dello stupore di quanto ci sta attorno) per avermi tempestivamente inviato copia della rivista a Milano.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Luigi Caricato otac pojma oleolog

  1. Spenny scrive:

    grande Luigi..ti do pienamente ragione, i croati davvero fanno solo ed esclusivamente qualità..sono al terzo anno di Olio Capitale!!!e in loro..(olio) trovo sempre qualcosa in più…lo fanno con AMORE …

  2. Mario De Angelis scrive:

    Luigi…da Trieste alla Croazia..il salto è breve!!! E’ vero da qualche anno in Croazia si producono oli con grande maestria e ciò è dovuto al fatto che hanno copiato solo le cose positive della tecnica italiana dell’olio.
    Il nome Zuzic (Susic) è forse lo stesso che conosco nella zona di Parenzo???
    Un salutone!!!

  3. Giulia scrive:

    Davvero una bella foto. Peccato che il croato non sia una lingua facilmente intuibile, altrimenti mi abbonerei alla rivista. Complimenti per lo spazio di rilievo che le hanno riservato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *