L’olio della giustizia

Quest’oggi vorrei riservare un omaggio speciale a Giovanni Falcone, in occasione del triste anniversario della sua scomparsa a seguito del vile attentato che ha coinvolto anche la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo. La strage di Capaci è il segno della negazione dell’uomo. Sì, perché la mafia è arretramento di civiltà, l’equivalente dell’olio rancido, anzi molto peggio. Così, per ricordare le vittime della strage di Capaci, dedico loro i cinque oli della giustizia, scegliendoli tra i miei cinque oli siciliani del cuore.

GLI OLI DELLA GIUSTIZIA

Il Dop Monti Iblei Bell’Omio, da agricoltura biologica, di Agrestis, da olive Tonda Iblea in purezza.

Il Dop Monti Iblei, sottozona val Tellaro, di Felice Modica, dell’azienda agricola Bufalefi, da olive in prevalenza Moresca

Il Dop Valli Trapanesi da agricoltura biologica Titone, da olive Cerasuola, Nocellara del Belice e Biancolilla

L’MB monocultivar Nocellara del Belice dell’azienda agricola Fontanasalsa, di Maria Caterina Bulgarella

Il Primo dei Frantoi Cutrera da olive Tonda Iblea, un Dop Monti Iblei

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

10 risposte a L’olio della giustizia

  1. Pingback: Una pianta d’olivo, e una immaginaria bottiglia d’olio, in omaggio a Paolo Borsellino – OlioOfficina

  2. Felice Modica scrive:

    E’ un grande onore che il nostro olio sia in qualche modo dedicato a un siciliano onesto come Giovanni Falcone e che Luigi Caricato lo ritenga un suo “olio del cuore”.
    Grazie a Luigi, per la Sua battaglia in difesa della derelitta agricoltura italiana e per la Sua amicizia disinteressata. Una fra le pochissime cose che hanno valore enorme e non si pagano in euro…

  3. Occorre avere il coraggio di denunciare. Il Sud, e ora anche il resto dell’Italia, deve uscire dai condizionamenti e dai ricatti delle mafie. Per un’Italia libera, l’olivo è il simbolo giusto: forza, tenacia e pace.

    • Luigi Caricato scrive:

      Sì, occorre avere coraggio, anche se non è facile.
      Senza la mafiosità che permea sin nelle sue radici più profonde il Sud, e ora anche il Nord dell’Italia, il Paese in cui viviamo con qualche imbarazzo e amarezza farebbe salti in avanti e non conoscerebbe crisi nè morale nè economica nè sociale

  4. silvana scrive:

    Onorata di far parte degli oli della giustizia e di rendere omaggio a Giovanni Falcone, sua moglie e gli uomini della sua scorta. Un omaggio speciale e per tutta la vita a uomini che non dimenticheremo mai.
    Un omaggio insolito ma in questo contesto, in questo blog è quanto possiamo dedicare: il frutto del nostro lavoro onesto fatto con amore a uomini che facevano altrettanto un lavoro onesto e con lo stesso amore.
    Di contro, sono d’accordo con lei, nel dire che la mafia è peggio dell’olio rancido!

    • Luigi Caricato scrive:

      Sì, perché il vero onore sta in chi lavora coscienziosamente, senza calpestare i valori positivi. Gli uomini d’onore non sono i mafiosi, ma chi si impegna quotidianamente nell’edificare un mondo migliore, senza esercitare prevaricazioni sugli altri, nè violenze

      • silvana scrive:

        “Edificare,quotidianamente, un mondo migliore” mi piace questo messaggio; è un grande impegno da “uomini d’onore” ! Chi vuole cogliere la sfida?
        Ricordiamoci delle parole di San Paolo nella lettera ai Romani : ” Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene, il male” e sarà un mondo migliore.

  5. Daniela Vannelli scrive:

    Bravissimo. Condivido ed apprezzo il valore simbolico e la sensibilità che ” condiscono ” tale iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *