MolisExtra. ExtraPeople, ExtraLand, ExtraVirgin

A volte accade. Succede che alcuni produttori cerchino di muoversi all’unisono, con un passo e un respiro comune. E’ il caso di MolisExtra. A Olio Capitale ho avuto modo di incontrare un gruppo di appasionati produttori animati da uno spirito di unità, caso raro in Itlia, ed ecco perciò un’associazione no profit creata a Larino. Insieme hanno realizzato un libretto-guida. Sono undici produttori del Molise, due cooperative con circa 400 soci e ben 800 ettari di oliveti, in una fascia che va da Sant’Elia a Pianisi a Campobasso.

Essere uniti serve, è utile a tutti. Dagli 800 mila alberi di olivo si ricavano oli che vogliono comunicare non soltanto la bontà di un prodotto, ma anche un sano istinto di conservazione attraverso la manuntenzione del territorio.

Ogni anno è in aumento il numero di oliveti abbandonati. Questa associazione è il chiaro segnale di una opera di sensibilizzazione che è in atto.

Ho l’onore e il piacere di elencarvi le aziende che figurano in questo libretto di MolisExtra.

Oleificio Di Vito a Campomarino, con il Molise Dop

Parco dei Buoi a San Martino in Pensilis, con il Tratturello

Cooperativa Olearia Larinese a Larino, con il Cluentio

Marina Colonna a San Martino in Pensilis, con il Molise Dop

Michele Tamaro a Colletorto, con il Passocupo

Gasdia a Larino, con il Gentile di Larino

Olio Spenny a Sant’Elia a Pianisi, con il Goccia di Lilly

Giorgio Tamaro a Termoli, con il Rumignana

Masseria Casolani a Casacalenda, con l’omonimo Masseria Casolani

Buonagurio a San Giuliano di Puglia, con il Molise Dop

 

Per le aziende evindenziate in rosso posso garantire sulla qualità ineccepibile dei loro extra vergini, perché da me degustati.

Questa voce è stata pubblicata in Aneliti. Contrassegna il permalink.

Una risposta a MolisExtra. ExtraPeople, ExtraLand, ExtraVirgin

  1. Pingback: Innovazione sociale: la parola chiave | Parco dei Buoi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *