La festa degli olivi che si tramutano in olio

E’ una settimana tutta incentrata sull’olivo e sull’olio, quella in cui siamo entrati a partire da oggi. Tra le mani ho il libro di don Tonino Bello, Convivialità delle differenze, edito da La Meridiana. Vi consiglio caldamente di leggerlo. C’è un capitolo dal titolo “Cosparsi d’olio”, dove ogni pensiero del sacerdote si sofferma su olio e ulivi: “Alberi secolari contorti, nodosi, genuflessi sulle pendici dei monti di Palestina. E olio profumato, liscio come una carezza, leggero come il respiro di un angelo, fluente delle antiche benedizioni di santi vegliardi e delle promesse arcane di tutti i Patriarchi. Venerdi sono stato a Molfetta, sulle orme di don Tonino. Resto sempre affascinato dalla sua figura immensa e accogliente. E’ stato un grande uomo di fede, prematuramente scomparso nel 1993, che ha saputo infondere speranza vera. La sua prosa ha una forte presa sull’anima, peccato non sia più tra noi. Nessuna paura, però. Non ci è stato insegnato che risorgeremo?

Questa voce è stata pubblicata in Visioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *