Indovina, indovinello

A Olio Officina Food Festival ci sarà una sorpresa, ma non voglio anticiparla. Ha a che vedere con una zona del frantoio – mi riferisco a “quelli di una volta”, con macine e presse. Quest’area, separata dal resto del locale in cui avviene la molitura, ha un nome suggestivo e inquietante. Il primo che ne indovina il nome vince un biglietto d’ingresso gratuito e, se donna, anche un bacio – ammesso che lo voglia ricevere, altrimenti copia del mio ultimo libro, Olio: crudo e cotto, in uscita per fine gennaio

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Indovina, indovinello

  1. Giorgio Tamaro scrive:

    se non vado errato si chiamava inferno dove si lasciavano decantare le morchie per ottenere ulteriore olio. Caro luigi mi spiace non poter essere a Milano per OlioOfficina in quanto ho una fiera in concomitanza, faccio a te e al tuo staff un grosso in bocca al lupo, e….. grazie di esistere, Giorgio Tamaro

  2. Mauro Monaco scrive:

    L’inferno!!!

  3. Antonio scrive:

    Trappeto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *