Una cena per festeggiare l’olio Seggiano Dop

Se siete in Toscana, ed esattamente in provincia di Grosseto, non mancate di partecipare alla cena celebrativa che si terrà al Silene, teatro operativo dello chef Roberto Rossi a Seggiano, buona occasione per brindare all’avvenuto riconoscimento definitivo della denominazione di origine protetta “Seggiano”. Gli oli dell’Amiata ora possono davvero sentirsi al centro del mondo.

Il ristorante “Silene” si trova in località Pescina. Lo chef, tra l’altro, è anche un bravo olivicoltore. Il suo olio l’ho recensito in varie occasioni e domani sarà per me un piacere riassaggiarlo. Intanto ho notizia del ricco menu che sarà servito ai commensali:

Flan di patate con filetto di triglia leggermente rosolato in olio di Olivastra di Seggiano, raccolto 2010.

Tortello maremmano di ricotta e spinaci al parmigiano stravecchio e all’olio di Olivastra di Seggiano, raccolto 2011

Paccheri artigianali di grano duro “Senatore Cappelli” al ragù espresso di coniglio allevato a castagne del Monte Amiata, e mantecato all’olio di Olivastra di Seggiano raccolto 2011

Pesce azzurro al forno, con verdure al vapore e maionese all’olio di Olivastra di Seggiano, frutto del raccolto 2010

Tortino, sempre a base di Olivastra di Seggiano, ma questa volta frutto dell’olivagione 2011, con gelato di fragole condito con baccelli di vaniglia e l’olio di Olivastra di Seggiano della campagna 2011

E infine, a conclusione del pasto, oltre a caffè e piccola pasticceria, i cioccolatini all’olio, anche questi realizzati a partire da olio extra vergine di oliva da monovarietale Olivastra Seggianese dell’olivagione appena conclusa.

Insomma, è ben evidente che l’Olivastra Seggianese sia la cultivar regina del territorio amiatino. Avevate dubbi in proposito?

Questa voce è stata pubblicata in Viaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *