Medoliva su facebook, roba da pazzi

Ora, non accusatemi di essere sempre un provocatore dedito alla polemica quotidiana. Però, riflettete insieme con me. Voi sapete benissimo che i social network sono molto importanti, e chi mi segue su facebook sa bene quanti contenuti stimolanti io inserisca ogni santo giorno, riportando i miei post del blog Olio Officina, oppure articoli di Teatro Naturale, o comunque altri utili apporti alla conoscenza dell’olio. E così, capitando per caso sul profilo fb di Medoliva, il salone dell’extra vergine di qualità del Mediterraneo e della sua filiera, resto stupito dall’inconsistenza di certe segnalazioni riportate nella loro bacheca. Roba da pazzi: happy halloween,  baci, pumpkin patch, bambini pinguini, fiori, di tutto tranne che uno spazio volto a sostenere e promuovere una sana cultura dell’olio. Ma che senso ha? Provate voi a darmi una risposta credibile. Io resto senza parole. Perfino allibito

 

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Medoliva su facebook, roba da pazzi

  1. Secondo me sulle pagine di Facebook bisognerebbe promuovere solo notizie relative all’extravergine di oliva o in generale all’olio di oliva. Sono daccordo con Luigi Caricato

    • Luigi Caricato scrive:

      Su fb deve esserci libertà di riportare anche stupidaggini, quando il profilo è di un privato; ma da un profilo istituzionale, riferito in questo caso a una manifestazione fieristica, si devono pretendere contenuti all’altezza del ruolo ricoperto

  2. Alessandra scrive:

    senso o nonsenso: ad ogni missione la propria scelta
    …omissis…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *