L’anima politica dell’olio

Sorpresa quest’oggi sulle pagine di “Io Donna”, il femminile del “Corriere della Sera”. Elisabetta Rosaspina ha scritto una breve nota tra il politico e l’oleario. “Tre giorni per raccogliere le olive”, si legge. Già, sarebbe di soli tre giorni la scadenza imposta dalle autorità israeliane ai contadini palestinesi in Cisgiordania. Non c’è altro tempo per “pettinare” gli olivi  e prenderne i frutti, poco importa se siano pronti per la raccolta o meno. C’è aria di tensione, e così l’esercito vigila sull’olivagione. I palestinesi dal canto loro accusano i coloni di aver sradicato ben 150 olivi nell’arco di una sola notte. Insomma, sembra non esserci proprio pace tra gli olivi.

Questa voce è stata pubblicata in Buoni o cattivi?. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *