Oggi sono in Sicilia, nell’agrigentino, a Ribera

Nell’isola in realtà ci sono andato idealmente solo attraverso un “saggio assaggio” di olio. E’ da parecchio tempo che non ci vado. L’olio che vi presento è un extra vergine  che merita la giusta attenzione per almeno due ragioni: la prima perché è buono; la seconda perché è prodotto da una famiglia, i Sarullo, che credono molto nel lavoro che svolgono. Desiderio di Sicilia? Ci andrò prossimamente:  a Palermo, in università, su invito di un bravissimo e stimatissimo professore – proprio una cara persona – Paolo Inglese.

Ma ecco l’olio: è ottenuto da olive Biancolilla in purezza. L’azienda ha sede a Ribera.

SAGGIO ASSAGGIO

Vista > Giallo dai riflessi verdolini, limpido

Olfatto > Ha note fruttate di media intensità, con note vegetali e chiari sentori di pomodoro

Gusto e sensazione tattile > Si apre morbido e vellutato, con una percezione dolce in apertura, dal gusto vegetale di carciofo, con lievi punte amare e piccanti, e anche una lieve astringenza

Sensazione retro-olfattiva > In chiusura l’erba di campo, la mandorla e una lieve punta piccante

L’ABBINAMENTO

Pasta con le sarde, frittata alla menta, nasello alle acciughe

Questa voce è stata pubblicata in Saggi Assaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *