Per i nati del Cancro, ricotta di bufala alle nocciole, passata di rapa e misticanza di verdure

Ebbene sì, oggi alle ore 19.18 il Sole ha lasciato i Gemelli e ha fatto il suo ingresso nel segno del Cancro. Non è un giorno come tanti altri: è il solstizio d’estate, ma è anche il giorno del mio onomastico, san Luigi Gonzaga, e, in più, va detto che il mio segno zodiacale è proprio il Cancro, essendo nato il 2 di luglio. Che senso può avere il post di quest’oggi? Ma è semplice: lo chef Antonio Ruggiero ha presentato alcune settimane fa un bel progetto: dodici oli astrologici per dodici ricette per dodici mesi all’anno. Il segno del Cancro? Il nocciolo, la rapa, il cetriolo, la lattuga: un sapore acquoso.

LA RICETTA ASTROLOGICA DI ANTONIO RUGGIERO

Antonio Ruggiero è il patron del ristorantino Fortezza Normanna in “Villa Cirelli”, situato nel borgo medievale di Vairano Patenora, in provincia di Caserta.

Ricotta di bufala alle nocciole infornata con passata di rapa e misticanza di verdure

Ingredienti 6 persone

500 g di  ricotta di bufala

1rosso d’uovo

100 g di  formaggio parmigiano grattugiato

20 g di nocciole tritate

olio extra vergine di oliva

sale, pepe q.b.

 

Per la passata di rape

In una padella mettere 1/2  spicchi di aglio in camicia con 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva e rosolare per 2 minuti a fiamma bassa, aggiungere 300 g di rape tagliate a cubetti 2 cm e un liquido (brodo vegetale) e lessare per circa 10 minuti, passare il tutto in un frullatore (n.b. fare attenzione che non sia ne troppo liquido ne troppo denso)

Procedimento

Setacciare la ricotta con un setaccio non troppo stretto, mettere del rosso d’uovo, formaggio parmigiano, le nocciole tritate, un filo d’olio extra vergine di oliva con un poco di sale e pepe bianco mescolando bene il tutto.

Con due cucchiai da zuppa fare delle forme (chenelle), tre per ogni persona, decorando al centro della chenella con una nocciola sgusciata e metterle in una teglia leggermente oleata (o su carta da forno) sul fondo e infornarle per circa 10 minuti  a 180 gradi fino a che la ricotta non prenda un colorito leggermente abbrustolito in superfice.

Con una spatola prenderle e metterle in un piatto ben caldo lasciando spazio al centro decorando  con dell’insalata (tipo lattuga o scarola riccia ) con ciliegine di pomodoro condite con olio e sale. Infine servire.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, L'olio entra in ricetta. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *