Involtini di carne salada al profumo d’olio gardesano

Oggi se fossi davvero così bravo nel dominare le materie prime alimentari in cucina, mi metterei a eseguire una ricetta dello chef Giuseppe Capano. Ricetta pubblicata all’interno del libro Olio di lago, che ho pubblicato lo scorso settembre da Mondadori. Io non sarò un mago della cucina, ma la ricetta che vi propongo non è di difficile esecuzione: bastano 25 minuti per la prepatazione e dieci minuti di cottura.

LA RICETTA DI GIUSEPPE CAPANO

Involtini di carne salada profumati d’olio e sedano con porri della Val di Gresta marinati al patè di olive

Ingredienti per 4 persone

4 porri medi della Val di Gresta

2 cucchiai di patè di olive nere del Garda

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

½ limone

2 foglie di alloro

4 bacche di ginepro

1 cucchiaio abbondante di foglie di sedano della Val di Gresta

125 g di ricotta di pecora

12 fettine sottili di carne salada

4 fette di pane di segale

olio extravergine di oliva Dop Garda

pepe bianco

noce moscata

sale

Preparazione

  1. Mondare i porri e incidendoli per il lungo con un coltello sfogliarli e lavarli con cura.
  2. Lessare le foglie di porri in acqua bollente salata per 2-3 minuti mettendole poche per volta, scolarle con una schiumarola, intiepidirle e tagliarle in lunghe striscioline.
  3. Condirle con il patè di olive nere, il prezzemolo, il succo del limone (da dosare secondo i propri gusti), le foglie di alloro, le bacche di ginepro, un pizzico di sale, 2-3 cucchiai di olio e pepe bianco macinato al momento, mescolare con cura e lasciare marinare per 1 ora.
  4. A parte lavare, asciugare e tritare le foglie di sedano, mescolarle con la ricotta unendo una macinata leggera di noce moscata, farcire con questa crema le fettine di carne salada, arrotolarle a involtino e disporle nei piatti lucidandole in superficie con un poco di olio extravergine cosparso con un pennello.
  5. Disporre intorno agli involtini i porri marinati privati delle foglie di alloro e delle bacche di ginepro, circondare il tutto con le fette di pane di segale tagliate in piccoli triangolini e servire.

 

Questa voce è stata pubblicata in L'olio entra in ricetta, Libri, Libro anch'io. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Involtini di carne salada al profumo d’olio gardesano

  1. Iole scrive:

    Da quando ho letto “Friggere bene”, seguo con piacere le ricette di Capano, che non conoscevo. Perché non scrivete un altro libro insieme?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *