Viaggiatori in Puglia, nella terra degli olivi

Ci sono libri che si presentano con molta autorevolezza. E’ il caso del volume Puglia, terra dell’olivo, a cura dello scrittore Raffaele Nigro, pubblicato per Adda Editore qualche anno fa. Me lo sono trovato tra le mani oggi, quasi per caso, e ne rileggo volentieri alcune parti. Si tratta di un’opera illustrata dal grande formato, racchiusa in elegante cofanetto e perciò ottima quale idea regalo. Ma i libri di tale portata sono fatti anche per essere letti, nonostante… le foto di Nicola Amato e Sergio Leonardi, così potentemente espressive, riescano a sviare anche i lettori più forti, distogliendoli dagli ottimi ritratti di parole che pure catturano e seducono.

Il respiro corale dei testi è un invito alla lettura. Si va dalla “Lettera a un viaggiatore nella terra degli olivi” – di Raffale Nigro, con appunti di grande respiro, arricchiti da citazioni colte e curiosità che invitano all’approfondimento – alle forme del mito tracciate da Stefania Mola; per poi ripartire dalle divagazioni di Ippolito Pizzetti e Gianni Pofi sugli olivi e all’alfabeto di Paolo Perulli; fino a chiudere con Nicola Sbisà, in un percorso lungo le strade dell’olio alla scoperta delle molte anime espressive della regione. Un libro ben riuscito, che fa certamente onore alla Puglia.

Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *