Una spremuta di frutta. Un puro succo di oliva

Quest’oggi è domenica e, come spesso mi succede, mi concedo un po’ di sano relax, tra letture e ascolto di musica. Così, mettendo un po’ d’ordine tra gli scaffali dei miei libri – scaffali sempre in eterno movimento – ho ripreso un mio volume illustrato pubblicato da Tecniche Nuove. Il titolo del libro? Olio puro succo di oliva. Guida illustrata agli extra vergini d’Italia e del mondo.

Il libro, nonostante sia trascorso un po’ di tempo dall’anno di pubblicazione, il 2005, è tuttora disponibile, sia nelle principali librerie on line, sia direttamente presso l’editore.

IL RISVOLTO DI COPERTINA

E’ sufficiente una spremuta di olive per sentirsi in forma. L’olio che si ricava in frantoio resta per tutti il grasso alimentare per eccellenza, buono per molteplici impieghi e come tale insostituibile. Essendo un olio da frutto e non da seme, l’extra vergine ha il vantaggio di conservare pressoché integralmente le proprietà compositive delle olive. La valenza nutrizionale e salutistica con cui si contraddistingue lo rendono perciò unico e quanto mai impareggiabile al gusto.

Attraverso questo atlante illustrato, cui hanno collaborato anche Alberto Grimelli, Marcello Scoccia e Fabrizio Vignolini, il lettore potrà scoprire un mondo ricco di fascino e di saperi non ancora svelati compiutamente, addentrandosi così nei luoghi di produzione più significativi d’Italia e del resto del mondo. I mille volti dell’olio, fatti di tanti e differenti colori e sapori, si ritroveranno formulati in tutta la loro evidenza nella varie preparazioni alimentari, a crudo e in cottura.

Conoscere bene un alimento è un passaggio fondamentale per chi ancora crede in un’alimentazione sana e nutriente. Con un approccio corretto viene intimamente salvaguardata la bontà degli oli, ma anche la stessa qualità dei cibi, la quale può essere di conseguenza valorizzata al meglio. Ecco pertanto le nostre istruzioni per l’uso, con gli abbinamenti più opportuni da adottare per ogni tipo di pietanza e altri utili suggerimenti. Protagonista incontrastato resta sempre lui, l’olio extra vergine di oliva, il “re dei condimenti” in grado di resistere con successo alle alte temperature della frittura.

Con le degustazioni effettuate dagli esperti assaggiatori dell’Onaoo, e in particolare Marcello Scoccia e Fabrizio Vignolini, si è voluto tracciare qui un vasto e variegato profilo degli extra vergini prodotti in ogni angolo dell’universo mondo. Attraverso l’assaggio del prodotto in purezza, è stato possibile valutare la vera qualità di un olio, con le molte sfumature con cui si presenta e si percepisce alla vista, al naso e al palato.

Questa voce è stata pubblicata in Libri, Libro anch'io. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Una spremuta di frutta. Un puro succo di oliva

  1. In merito alla denominazione “succo d’oliva” credo che ci possono essere dei problemi per il consumatore!!! Questo succo si beve? come quello alla pera, mela, ananas, ecc.? Quello estratto dall’Olivo è un mero CONDIMENTO alimentare. Inoltre, la parola Olio dove va a finire? La mancanza della parola olio è sicuramente fuorviante per il consumatore.
    Potremo pensare invece a “Olio Extravergine Succo d’Oliva” per indicare un olio Artigianale prodotto da azienda che effettua tutta la filiera dalla produzione al confezionamento e con dei requisiti chimici ed organolettici ben definiti. Conclusioni un olio per sole aziede agricole produttrici. Fatemi sapere cosa ne pensate…..

  2. Iole scrive:

    Perché non scrive un altro grande libro sull’olio, magari anche senza immagini, ma che racconti l’olio italiano con tutti gli aneddoti che certamente lei conosce bene. Un po’ come il suo indimenticabile libro, “L’incanto dell’olio italiano”.
    Iole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *