L’olio del Presidente. Un monocultivar Taggiasca a marchio Dop Riviera Ligure

Carlo Siffredi è il presidente del Consorzio di tutela della Dop Riviera Ligure, ma è anche assessore a Lucinasco, un piccolo comune dell’entroterra imperiese. Quando presentai il libro L’evoluzione dell’olio in cucina, pubblicazione fortemente voluta dal sindaco Domenico Abbo, ebbi l’occasione lo scorso anno proprio in questo periodo di degustare l’olio di Siffredi.

Già, perché Carlo Siffredi è il titolare di un’azienda olivicola, e, sorpresa, l’olio, certificato ovviamente con la denominazione di origine protetta “Riviera Ligure”, sottozona “Riviera dei Fiori”, è davvero sorprendente per bontà e finezza.

Buon segno, anche perché fa piacere che chi presiede un Consorzio abbia alle spalle un olio di ottima qualità.

E’  ottenuto da olive Taggiasca, ovviamente. Quasi non c’è da precisarlo, visto che la Liguria è dominata da questa cultivar.

SAGGIO ASSAGGIO

Vista > Giallo dai riflessi verdi, limpido

Olfatto > Profumi fruttati di media intensità, con chiari sentori vegetali e toni mandorlati

Gusto > Al palato è morbido e armonico, ha buona fluidità, gusto vegetale e una sensazione iniziale di dolce, pur con una elegante punta amara e piccante che si apre lieve e progressiva, in buon equilibrio

Sensazione retro-olfattiva > Sentori di mandorla ed erba di campo

Abbinamento > Trenette al pesto, gamberetti con carciofo violetto di Albenga e patata Quarantina  bianca, e, con un dolce tipico di La Spezia: la torta di riso salata scema

L’indirizzo > Azienda agricola olivicola Carlo Siffredi, via Roma 1, 18027 Lucinasco (Imperia), tel. 0183.52662, carlo.siffredi@alice.it

Questa voce è stata pubblicata in Saggi Assaggi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *