Genuinità degli oli, ora è più facile difendersi dai deodorati

Quest’oggi è un giorno di festa. Dopo anni di snervante attesa, finalmente ci si può in qualche modo difendere dai presunti oli extra vergini di oliva in circolazione sugli scaffali dei punti vendita. Con un apposito regolamento comunitario, il n. 61/2011, è stato infatti fissato un nuovo metodo di analisi, basato sugli alchilesteri presenti nell’olio d’oliva.

A darne immediata notizia – è giusto riconoscerlo – è stata l’Associazione dell’Industria Olearia Italiana. Secondo l’Assitol tale risultato arriva “dopo una battaglia paziente, tecnica e politica, durata anni”. Ed è proprio vero, perché non è stato facile giungere a un simile traguardo.

Così, a partire dal primo aprile, il provvedimento entrerà in vigore con la felicità di molti.

L’introduzione di parametri più severi, favorirà senza dubbio l’attività di tutela degli oli di qualità. Almeno lo si spera; poi, si sa, chi intende frodare trova sempre nuove strade per farlo.

Finora gli oli deodorati hanno rappresentato la minaccia più terribile e insidiosa, determinando il livellamento verso il basso dei prezzi degli oli extra vergini di oliva.

Gli alchilesteri – lo si precisa a quanti non conoscono la chimica degli oli – sono sostanze presenti nella composizione degli oli di oliva: più è basso il loro contenuto, migliore, di conseguenza, è la qualità degli oli.

Questa voce è stata pubblicata in Emozioni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Genuinità degli oli, ora è più facile difendersi dai deodorati

  1. giovanni scrive:

    caro luigi sarò sempre con te nel portare avanti il buon olio d’oliva extravergine…..
    questa spero sia la prima lunghissima battaglia nel smascherare e cercare di far capire che non tutti gli oli(extravergini) in comercio sono tali.

  2. massimo scrive:

    Ottimo traguardo raggiunto. Auguriamoci che fatta la legge non si trovi l’inganno , gia’ e’stato detto che il valore degli alchilesteri non e’ una misura assoluta e valida.
    La cosa sorprendente e’ che i primi studi sono stati condotti da esperti che ne praticavano presumibilmente gli usi.
    L’ unica vera prova e’ rappresentata dagli assaggi ma occorre educare tutti.
    Compito assai greve.

    • Luigi Caricato scrive:

      L’inganno si troverà sempre, c’è da esserne certi, ma quanto meno si allontana (spero) l’ipotesi di ufficializzare gli oli deodorati, ipotesi non tanto lontana dalla realtà in questi tempi così selvaggi e incerti.

      Educare è il verbo più disatteso, ma chissà, qualcosa di quel che si sta facendo resterà, ne sono certo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *