Creare una cultura dell’olio diffusa


Sabato 16 giugno 2018 mi troverete a Monopoli
. Andrò a sostenere la brillante e originale iniziativa di Mimmo Lavacca, anima pulsante di TerraSud, che, con il Premio OLIO DI FAMIGLIA, sta portando dei buoni frutti all’olivicoltura praticata da dilettanti. Cresce sempre più, infatti, la qualità degli oli anche delle piccole produzioni familiari, perlopiù destinate all’autoconsumo. Ecco allora l’idea di un concorso che valorizzi tali produzioni.

Io sarò lì per un intervento su un tema che ha un titolo lunghissimo, proprio come i titoli dei film di Lina Wertmüller:

La cultura dell’olio non può essere un vuoto slogan. Siamo chiamati all’impegno in prima persona

Anche il sommarietto non è tanto breve, ma chiarisce su quanto dirò:

Siamo diventati tanto bravi a produrre oli di qualità ma non abbiamo ancora fatto nulla per far percepire il valore di questa qualità ai buyer di grande distribuzione organizzata e del canale Horeca. Nemmeno i consumatori dimostrano di apprezzare la qualità con tutti gli impegni che vi sono dietro, costi compresi, per ottenerla. Sbagliano gli altri, perché dimostrano scarsa sensibilità, o chi produce perché non sa trasmettere il valore della qualità e creare quella che si può definire “cultura diffusa di prodotto”?

Continua a leggere

Pubblicato in Appuntamenti | Lascia un commento

Uniti nel nome dell’olio. Cuochi, ristoratori, pizzaioli e gli operatori tutti

Ho sempre sognato un mondo diverso e migliore. Con gli anni ho compreso che tutto è possibile e che tutti noi possiamo agire per il bene comune. Ecco allora una iniziativa che mi sembra di per sé lodevole e dai buoni auspici: mettere insieme chi l’olio da olive lo produce e lo seleziona, confeziona e commercializza e chi invece ne fruisce professionalmente nei propri locali, siano essi ristoranti di alta cucina, ristoranti o trattorie o osterie (se ancora esistono quest’ultime) o bar ed enoteche (o oleoteche) con cucina. Di solito c’è sfiducia e si punta il dito contro cuochi e soprattutto contro i titolari dei pubblici esercizi, ma è sbagliato: occorre educare, addestrare, formare, informare, seguire passo passo. Non tutti possono conoscere le materie prime alimentari per scienza infusa, ed è sbagliato criticare errori o manchevolezze se prima non ci si è impegnati a dialogare, creando occasioni di confronto e offrendo chiavi di lettura adeguate a un prodotto complesso e plurale come l’olio da olive.

Ecco dunque la mia idea che si è concretizzata con questa prima edizione (e si spera tanto che vi sia la necessaria sensibilità per proseguire con altre edizioni) di un momento di incontro tra le parti. Ecco dunque il Forum Olio & Ristorazione, in programma lunedi 28 maggio a Milano, presso il Palazzo delle Stelline, stesso scenario di Olio Officina Festival.

Ed ecco di seguito il programma, che si può anche scaricare nella versione in pdf: FORUM OLIO & RISTORAZIONE, PROGRAMMA

OPPURE CLICCANDO QUI.

FORUM  OLIO & RISTORAZIONE

Lunedi 28 maggio 2018

Milano, corso Magenta 61

 Palazzo delle Stelline, Sala Leonardo

  Continua a leggere

Pubblicato in OlioOfficina | Lascia un commento

Uno e trino

L’olio extra vergine di oliva Dop Riviera Ligure attraverso una lettura ragionata delle tre sotto zone di riferimento. È questo il titolo del mio intervento che terrò a Sestri Levante, in occasione della quarta edizione di Mare & Mosto, iniziativa di grande successo ideata e organizzata dai sommelier di Ais Liguria, nella persona del presidente Ale Molinari e del suo staff. Uno e trino? Perché l’olio extra vergine a marchio Dop Riviera Ligure si suddivide a sua volta in tre sotto zone:  Riviera Ligure/Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante.

Una storia secolare dalla tradizione consolidata che va dall’epopea dei grandi commerci, con il successo dei grandi marchi di rilievo internazionale, all’olivicoltura eroica di alta quota, con i suoi terrazzamenti e la presenza attiva di migliaia di operosi e infaticabili agricoltori. Cosa c’è dietro un alimento/condimento che da un lato esprime un alto valore nutrizionale e salutistico, e dall’altro un grande appeal per le inconfondibili connotazioni sensoriali e l’alto valore sociale delle sue produzioni? Il ruolo della attestazione di origine per la salvaguardia di un territorio celebrato quanto bisognoso di essere continuamente difeso e tutelato diviene necessario e oltre modo fondamentale. Continua a leggere

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

La cultura dell’olio firmata Ais

È una grande gioia per me sapere che l’Ais, una storica realtà che ha cambiato le sorti della percezione del vino in Italia – rendendo la materia popolare – possa fare altrettanto con l’olio da olive. Mancava una iniziativa di tale spessore, e ora, dopo sette edizioni ben collaudate, si rinnova l’appuntamento del 21 aprile con proposte di qualità, cui mi onoro di partecipare in prima persona, e per questo ringrazio l’Associazione italiana sommelier per aver avuto il coraggio di intraprendere questo percorso di educazione e formazione, da qui la mia gratitudine per essere stato ascoltato in una mia richiesta che feci a suo tempo e alla quale spero si aggiungano altre iniziative analoghe nel corso di tutto l’anno.

A Verona, in occasione del Vinitaly, è stata presentata in una conferenza stampa molto partecipata l’ottava edizione della Giornata nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio. Erano presenti, insieme con il presidente nazionale di Ais Antonello Maietta, anche i tre partner istituzionali, i dicasteri delle Politiche agricole, dei Beni culturali e della Pubblica istruzione. Insomma, ci sono tutti gli elementi per fare un ottimo lavoro. Vi ho partecipato anch’io, invitato dal presidente Maietta, e ho sostanzialmente evidenziato alcuni aspetti chiave dai quali trarre ispirazione e rendersi conto che l’olivicoltura e l’elaiotecnica sono temi per molti ancora sconosciuti. Il prodotto olio extra vergine di oliva,  per quanto abbia alle spalle tanti secoli, è un prodotto completamente nuovo e diverso Continua a leggere

Pubblicato in Eventi | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ed è Olio Officina Festival 2018

Tutto ha inizio e tutto prosegue. Trascorrono gli anni e giunge così alla settima edizione un format di cui sono tanto orgoglioso e che tra poche ore prenderà l’ennesimo via. Mi riferisco all’evento – ma permettetemi pure di utilizzare l’espressione ancora più calzante di happeningOlio Officina Festival. L’edizione 2018 ha come richiamo il motto IO SONO UN ALBERO. Ora, è questione solo di pochi minuti. Il palco è pronto e io, in questa foto di Gianfranco Maggio, sono pieno di adrenalina. Ogni inizio è sempre una incognita e una grande emozione. Il programma? Lo potete consultare cliccando QUI

Pubblicato in Olio Officina Festival | Lascia un commento

Chi salverà l’olio italiano

Pensavamo di non avere più chance, invece ora si delinea finalmente il futuro del comparto, a tinte rosa, e tutto ora è più semplice. Problemi risolti, si può ricominciare. Ci pensa il Ministero alle Politiche agricole. L’annuncio è stato dato a Verona, nella dependance del Mipaaf, a Sol&Agrifood. In cosa consiste la rivoluzione che muterà corso alla storia? In una operazione molto semplice. Una campagna di comunicazione istituzionale finalizzata a promuovere l’olio extra vergine di oliva. Si parte da qui. Il ministro Maurizio Martina lo ha annunciato con una punta di orgoglio. L’avvio dell’iniziativa – si legge in una nota di Veronafiere – è fissato per fine mese. Ero a Verona, lo confesso, ma ho saltato lo storico incontro, di conseguenza mi limito a citare il testo diffuso da Veronafiere:

“Per noi – ha detto oggi [il 10 aprile] Martina alla cerimonia ufficiale di inaugurazione della fiera – l’appuntamento veronese è una tappa obbligata, dove sviluppare idee di prospettiva e lanciare progetti”.

Bene, ci sono anche le figure giuste, una triade che porterà al successo internazionale l’olio e tutti i suoi protagonisti.

Leggo sempre nel testo del comunicato:

”Testimonial della campagna, che rientra tra le attività del Piano Olivicolo Nazionale, la food blogger Chiara Maci e gli chef Antonino Cannavacciuolo e Davide Oldani”.

Che aspettate a festeggiare? Il tanto atteso Piano olivicolo nazionale sta portando finalmente i suoi primi preziosi frutti. Continua a leggere

Pubblicato in Cronache | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento